Mettiti Comoda, Pensati nel Posto più Bello della Terra, Dove ti Trovi?

Ciao,

dopo tanti articoli, dopo che hai letto tante cose che abbiamo scritto oggi voglio raccontarti una mia esperienza personale che mi ha definitivamente cambiato il mio punto di vista.

Hai presente quando vai al cinema a vedere un film in 3D? Hai mai provato a dare una sbirciatina allo schermo senza gli occhiali?

Quello che ti sto per raccontare a me ha fatto lo stesso effetto. Prima stavo guardando un film 3D senza occhiali e poi li ho messi.

Ma andiamo con ordine.

Sono sempre stato una persona assolutamente normale,  sono andato a scuola e ho fatto l’università.  Poi ho lavorato nel settore finanziario.
Durante questo periodoaffrontavo tutto con molta energia, mi sentivo un leone, nulla poteva andare male. Mio nonno mi avrebbe detto: “Beata gioventù!”

Invece di farmi domande, pormi dubbi, valutare le cose, preferivo buttarmi, fare un sacco di cose, quasi come se le conseguenze di quelle scelte non potevano portare conseguenze.

MA…

Tutto è cambiato quando ho avuto il primo figlio.
Io e la mia fidanzata abbiamo iniziato a farci un sacco di domande, come se senza un’accurata valutazione delle conseguenze  era impossibile fare una scelta.

Tutte avevano qualcosa in comune: “gli farà bene o no?”

 

Anche tu da quando sei diventata mamma hai lo stesso problema?

 

La soprpresa è stata che per ogni domanda trovavamo tante risposte, anche molto diverse tra di loro.

Il bello è che qualunque cosa è giustificata, sostenuta e spiegata con una teoria o spiegazione SCIENTIFICA!

A noi è sembrato che la confusione aumentasse anziché diminuire.
Più ci informavamo più diventava difficile scegliere.

 

La stessa sensazione di confusione che provi quando al cinema 3D togli gli occhiali!

 

Alla fine abbiamo trovato un pediatra che ci ha fatto un regalo enorme e che io oggi voglio fare a te!

Mi ha dato gli occhiali!

Un pediatra che regala occhiali! 😉

 

Mi ha dato un criterio per valutare tutto quello mi sta intorno, valutare le scelte che devo prendere per me, la mia famiglia e soprattutto quelle che riguardano i miei due bambini,

 

la differenza tra NATURALE e NORMALE.

 

NATURALE:

White sandy beach of Trunk Bay on St. John in the US Virgin Islands in the Caribbean

 

NORMALE:

traffico-milano-auto_compressed-1024x652

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prima volta che ho sentito questa cosa sono un po’ caduto dalle nuvole, oggi infatti siamo abituati ad usare i due termini come sinonimi.

Chiedo aiuto al dizionario:

naturale agg. [dal lat. naturalis].
1. Della natura, che riguarda la natura o si riferisce alla natura, nel suo sign. più ampio e comprensivo …
2. Di cosa che è in natura, che è secondo natura, conforme all’ordine della natura

normale agg. [dal lat. normalis «perpendicolare», der. di norma (v. norma)].
1. Perpendicolare (sign. direttamente connesso a quello etimologico di norma «squadra»)
2. Che segue la norma, conforme alla norma, quindi consueto, ordinario, regolare
Ciò che è naturale non è necessariamente normale e viceversa.

Facciamo un esempio pratico:

La natura del bambino prevede che sia lattante fino a che non sviluppa i denti che gli serviranno per masticare il cibo e iniziare così lo svezzamento.

Invece è normale che i bambini si svezzino a 6 mesi perché è diventato consuetudine.

 

Ciò che è naturale risponde esattamente a quello che puoi vedere e osservare in natura. Ciò che è naturale non interferisce rispetto a ciò che la natura ha previsto.

 

Ciò che è normale è la risposta che basa le sue verità su abitudini arbitrarie di cui non si conoscono neppure le origini.

 

Comincia ad essere più chiaro come funziona questo potentissimo filtro?

Il bello è che più lo utilizzi più diventi brava!

 

Infatti ti accorgerai che è molto più facile cercare di andare a capire le caratteristiche oggettive di qualcosa.
Poi valuti se si tratta di caratteristiche naturali o no e alla fine le scelte saranno molto più semplici da prendere.

Dai … ancora un piccolo esempio:

Hai capito il segreto di questo potentissimo filtro?

 

Ti stai chiedendo quando faremo il viaggio nel posto più bello della terra?

Preparati, che si parte:

Chiudi gli occhi e pensa al posto più bello della terra, quello in cui vorresti essere catapulatata.

Esagera, non costa nulla … pensa di concederti il massimo. VALE TUTTO!

 

Pensa alle sensazioni che provi su tutto il tuo corpo, come ti senti?

Resta con questo pensiero per qualche minuto e pensa ai dettagli delle cose che ti circondano, i suoni, il calore, i colori …

 

[fai quello che ti ho detto per 2/3 minuti e poi continua]

 

Rieccoci … dove sei andata?

Posso immaginare che tu sia stata o su una spiaggia o su una montagna, in mezzo al bosco o su un prato, tra vigneti.

Non eri su una Ferrari, nel più bel cinema della terra, nella palestra del centro fitness più in etc etc vero?

 

Sei circondata da tante cose NORMALI, ma quello che vuoi davvero per te, quello che sogni sono cose NATURALI.

Non sempre puoi scegliere il meglio, ma quando puoi non perdere l’occasione.

 

Tra poco dovrai scegliere le scarpe, i vestiti per il tuo bambino. Una scelta che lo condizionerà per i prossimi mesi …

Una scelta “naturale” lo farà star meglio di sicuro!

 

Se hai trovato interessante questo articolo ti chiedo di lasciare un tuo commento in questo link per condividere la tua esperienza!

Se invece hai dubbi, domande … commenta l’articolo e raccontami la tua esperienza, dal confronto non si può far altro che crescere!

Alla prossima.

 

Mr Tiggle

 

 

Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *