Finalmente Risolto Il Problema della Sabbia che Scotta!

Anche se il tempo non è proprio dei migliori, l’estate si sta avvicinando.

Finiscono le scuole e gli asili e via! Si comincia da andare al mare o almeno a pensare al mare!

Se vivi al mare sei molto fortunata e anche il tuo bambino. Tutta l’estate a giocare sulla spiaggia, mare, sole … meglio non pensarci! Soprattutto in questa giornata di pioggia.

Se invece sei una mamma che come la maggior parte andrà in vacanza ad agosto, non ti crucciare! La maggior parte delle mamme e delle famiglie è come te.

C’è però una cosa che accomuna tutte le mamme, tutti i papà e tutti i bambini che vanno in spiaggia.

Il pericolo di bruciarsi i piedi sulla sabbia rovente.

spiaggia-

Ti è mai capitato di non vedere l’ora di arrivare sulla spiaggia e poi avere difficoltà ad attraversarla perché la temperatura della sabbia era altissima? Come hai fatto?

Le scene viste da fuori sono bellissime!

Chi salta da una zona d’ombra all’altra, andando ad invadere le privacy degli altri lettini o ombrelloni!

Chi saltella come sui “carboni ardenti” (molto simile alla sabbia!) e se poi è troppo lunga l’attraversata scava un po’ e si ferma a prendere fiato appoggiando i piedi sulla prima sabbia umida che trova sotto quella ustionante!

Altri ancora cercano di stare in equilibrio sulle infradito senza scivolare sulla sabbia rovente!

E tu? Quali sono le tue strategie per attraversare la sabbia rovente?

Se stai portando il tuo bambino però come fai?

bambino-sulla-spiaggia

Qui è davvero spettacolare fare da spettatore e vedere quante alchimie ingegneristiche vengono messe a punto dai genitori.

Forse il meglio l’ho visto l’anno scorso in una spiaggia in Puglia. Un papà un po’ trafelato è arrivato in spiaggia con un passeggino stracarico (asciugamani, giochi, borsa frigo per lo spuntino in spiaggia). Ovviamente sotto tutto c’era anche suo figlio!

La tecnica che aveva scelto era quella di trascinare dietro di sé il passeggino cercando di non scivolare dalle infradito alla sabbia! Vi lascio immaginare lo sforzo disumano cha faceva.

Alla fine ha pure messo il passeggino davanti e ha provato a spingerlo visto che in quella posizione l’ombra del passeggino copriva i suoi piedi. 🙂

Peccato che però non si muoveva, nonostante gli sforzi!

Per le mamme e i papà non sono momenti proprio divertenti, possono anche innervosire un po’ troppo. E poi è brutto iniziare una giornata di mare così!

Quindi che soluzione ti rimane?

Ovvio, la più semplice e magari anche la più spartana! Ognuno deve fare per sé … ogni membro della famiglia dovrà attraversare la spiaggia da solo!

Ma come fa un bambino da solo, piccolino a passare 40, 50 metri di sabbia rovente?

Certo non sarà in grado di farlo con le infradito o con sandaletti aperti o con ciabattine traforate!

NO! le scarpe da ginnastica non gliele metto!

E chi ha parlato di scarpe da ginnastica.

L’anno scorso una mamma come te mi ha raccontato la sua esperienza.

Era al mare ed era alle prese con il problema della spiaggia!

Premessa.

Qualche mese prima però, per la fine dell’asilo, aveva preso un modello di explorer di bobux in canvans. All’asilo infatti i bambini uscivano sempre più spesso a giocare nel cortile e così aveva preferito comperare una scarpina super leggere per l’esterno!

Si era trovata parecchio bene per cui le aveva prese anche per il mare, magari da usare alla sera per andare a fare due passi sul lungomare.

Ritorniamo al mare!

Il primo giorno di mare va esattamente come lo standard prevede … una faticaccia!

Poi la sera lei e suo marito decidono di farsi una coccola e di andare a prendere un aperitivo nel barettino sulla spiaggia.

Mentre erano lì a godere del bel momento il bimbo che aveva le explorer di bobux ai piedi, si allontana e finisce in una pozza d’acqua di mare, bagnandosi tutti i piedi, scarpine comprese.

Si stava bene e quindi nessuno si è preoccupato più di tanto.

Un oretta dopo erano a casa e quando hanno tolto le scarpine al bambino la mamma si è accorta che erano praticamente asciutte! Eh si si asciugano davvero in fretta!

Quando il giorno dopo sono arrivati in spiaggia (nel pomeriggio!) la sabbia era calda e il bambino se n’era accorto! A quel punto la mamma, non c’era il papà! Ha pensato di mettergli le explorer che aveva preso dietro per mettergliele quando fossero andati al supermercato sulla via di casa.

Il risultato è stato decisamente apprezzato!

Il bambino infatti ha attraversato la spiaggia da solo. Era talmente eccitato e contento che è finito nel bagnasciuga, bagnandosi le scarpine, ma in meno di 10 minuti al sole erano tornate asciutte!

Quella mamma ci ha voluto subito far sapere di quanto è stata contenta e noi oggi l’abbiamo voluto far sapere a tutti voi!

Adesso che sta cominciando la bella stagione e dovete acquistare una babbuccia/scarpina nuova per il vostro bambino che va all’asilo valutare questo modello super innovativo, vincitore di premi internazionali e davvero super pratico!

Andate nei negozi Bobux e chiedete informazioni sulle Explorer … non ve ne pentirete!

Per oggi è tutto, vi saluto! Al prossimo aneddoto.

P.S. Raccontaci anche tu la tua esperienza, magari potremmo condividere proprio la tua!

Mr Tiggle.

[social_sharing style=”style-11″ fb_like_url=”http://piedinifelici.com/finalmente-risolto-il-problema-della-sabbia-che-scotta/” fb_color=”light” fb_lang=”it_IT” fb_text=”like” fb_button_text=”Share” tw_lang=”it” tw_url=”http://piedinifelici.com/finalmente-risolto-il-problema-della-sabbia-che-scotta/” tw_button_text=”Share” g_url=”http://piedinifelici.com/finalmente-risolto-il-problema-della-sabbia-che-scotta/” g_lang=”it” g_button_text=”Share” alignment=”center”]

Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.